| Ambiente

Leonardo-DiCaprio-testimonial-d’eccezione-per-la-nuova-500-elettrica-targata-Fiat

 

Da circa ventiquattro ore circolano in rete due spot pubblicitari della nuova Fiat 500 “La Prima” che hanno per protagonista Leonardo DiCaprio. L’attore hollywoodiano è testimonial di questo cambiamento o, come lui stesso dice, di questa reincarnazione dell’automobile simbolo della Fiat e del made in Italy nel mondo. Difatti la Fiat presenta la versione elettrica della storica 500 da sempre icona di design.

I due spot pubblicati a distanza di mezz’ora l’uno dall’altro mettono al centro l’idea della trasformazione. Il primo intitolato  “Nuova Fiat 500 “la Prima” – Inspiring change since 1957” si concentra sull’evoluzione storica e meccanica dell’automobile. Troviamo un DiCaprio meditabondo con gli occhi chiusi e quando la telecamera lo mette a fuoco, lui li spalanca verso lo spettatore a cui si rivolge dicendo: “ Esiste la reincarnazione? L’idea di un uomo può generare un movimento? Una cosa costruita per pochi può diventare per tutti? Un oggetto funzionale può essere trasformato in un’icona di design? Oppure, lo stile può riscoprirsi sostenibile? L’etica può tramutarsi in estetica? Un motore a combustione può rinascere elettrico?”. Mentre pronuncia questa serie di domande si susseguono sullo schermo immagini del passato fino ad arrivare alla nuova auto in cui troviamo alla guida proprio DiCaprio che, guardando dritto in camera dice: “Voi credete nella reincarnazione?”. Un’ultima immagine della 500 storica che lascia spazio alla nuova che emerge con i fari accesi nel buio, un richiamo agli occhi aperti iniziali che anche i consumatori ideali dovrebbero aprire volgendosi al nuovo. L’automobile lascia il capannone futuristico dove l’abbiamo vista finora per mordere l’asfalto di una strada costiera. Al termine dello spot torniamo nuovamente all’interno dove, un DiCaprio compiaciuto, guarda l’auto simbolo del cambiamento in casa Fiat,  l’ultimo zero del marchio 500 si modula in una “e” a voler sottolineare ancora una volta la scelta del motore elettrico.

Nel secondo spot “Nuova Fiat 500 “la Prima”- All-in ft. Leonardo DiCaprio” troviamo tutti i temi cari all’attore , la sua voce off accompagna immagini legate al pianeta e alla natura: “Il pianeta Terra sta attraversando un momento cruciale della sua storia. Un momento in cui l’unico vero lusso è il tempo. Se vogliamo salvare questo posto che chiamiamo casa non possiamo impegnarci a metà ma dobbiamo farlo fino in fondo (appare DiCaprio). Dopo tutto, la posta in gioco è troppo alta”. Dopo un nuovo parallelismo tra sguardo dell’attore e fari dell’automobile, DiCaprio diretto in camera dice: “Dobbiamo giocarci tutto. Non è una semplice opzione ma l’unica strada che abbiamo. All-in sull’elettrico”. Come nello spot precedente l’automobile lascia il luogo di esposizione  per la strada, ma stavolta si tratta di quella di una città avvolta nella notte contornata da pioggia e fumo. La macchina imbocca una galleria , alla guida troviamo DiCaprio che esorta: “Il momento di fare all-in è ora”.

È senza dubbio un’iniziativa commerciale ma Leonardo DiCaprio ha saputo scegliere il prodotto giusto per sollevare il dibattito e spostare l’attenzione ai temi a lui cari, su tutti le disastrose conseguenze del cambiamento climatico che stanno portando il nostro pianeta alla rovina. I due spot sembrano essere il giusto compromesso tra committente e testimonial, il primo è più incentrato sul prodotto e sul marchio Fiat mentre il secondo, pubblicizzando comunque il prodotto, permette all’attore di focalizzare l’attenzione sulle giuste motivazioni per cui sarebbe necessario acquistare un’automobile come la nuova Fiat 500 elettrica. Scegliere l’elettrico non è solo un offerta per fare business ma un modo per poter salvaguardare il pianeta. Torna ancora il tema del tempo che sta per scadere e delle scelte che bisogna affrontare per far sì che le cose cambino in meglio. Da attivista DiCaprio le prova tutte per far passare il più possibile il suo messaggio, anche uno spot commerciale. Con lui tutto si trasforma, si impregna di valore e l’estetica diventa etica.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi