Venerdì scorso, grazie all’infinita disponibilità di Francesco Pezzulli, il doppiatore di Leonardo, noi di LeoDiCaprio.it abbiamo avuto il piacere di assistere ad un turno di doppiaggio de “Il Grande Gatsby”. E’ stata per noi una fantastica esperienza entrare in una sala di doppiaggio e tuffarci in questo mondo a noi così estraneo. Francesco ci ha spiegato che stavamo assistendo a uno dei rari casi in cui tutti i doppiatori coinvolti nella scena registrano in sala insieme. Erano infatti presenti anche Valentina Mari, doppiatrice di Daisy (Carey Mulligan), e Marco Vivio, voce di Nick (Tobey Maguire).

Dopo questa esperienza unica sicuramente guarderemo ma soprattutto ascolteremo i film in Italiano con la consapevolezza dell’enorme lavoro che c’è dietro. L’attenzione al dettaglio è impressionante e ogni minima frase, esclamazione o respiro viene doppiata, tenendo i doppiatori impegnati per ore nel doppiaggio di dettagli che difficilmente sono percepibili dall’orecchio dello spettatore medio. Ovviamente, bisogna considerare che, trattandosi di adattamenti da lingue straniere, se non ci fossero degli adeguati cambiamenti nei nuovi dialoghi il pubblico noterebbe immediatamente che qualcosa suona strano. Ecco che diventa fondamentale la figura del direttore di doppiaggio, in questo caso nella persona di Filippo Ottoni. Come ci ha confermato Francesco, la sua perfetta conoscenza della lingua inglese ha permesso di realizzare un fantastico lavoro di traduzione e adattamento! Infatti il suo compito è estremamente complesso, perché abbiamo visto quanto sia determinante la ricerca e la scelta di parole adatte sia in fatto di lunghezza, sia per quanto riguarda la corrispondenza del labiale. Un’altra figura determinante per la riuscita del doppiaggio è quella dell’assistente, in questo caso Antonella Bartolomei. Il suo compito è quello di coordinare il tutto, dal sinc dei doppiatori, a segnare sul copione le battute fuori campo, le pause previste, fino a tagliare il film in “anelli”, che non sono altro che spezzoni di pellicola che vengono organizzati successivamente e divisi per turni di doppiaggio.

Bisogna anche dire che doppiare un film è un lavoro in costante evoluzione vista la necessità di adattarsi al materiale che viene progressivamente inviato dalle case di produzione. Per esempio la versione finale del film è stata ricevuta solamente il Giovedì sera! Come Francesco ci aveva già accennato, i tempi del doppiaggio sono veramente ristretti, e ce ne siamo resi conto!

Inoltre siamo lieti di annunciare che il ruolo di Calvin Candie in “Django Unchained” ha fatto guadagnare a Francesco Pezzulli la nomination nella categoria di “Miglior Doppiaggio di un’attore Protagonista” al Leggio D’oro, il Premio Nazionale dei Doppiatori. La premiazione avrà luogo a Tropea il prossimo 29 Luglio. I nostri più sinceri complimenti e…speriamo un una vittoria!

Abbiamo colto l’occasione per nominare Francesco “Membro Onorario” del nostro Fanclub, d’altra parte, chi più di lui meriterebbe tale titolo? Per finire, come vi avevamo promesso, abbiamo scelto alcune tra le domande che ci avete inviato, di seguito trovate le risposte del nostro doppiatore preferito.

Le due domande che diverse decine di persone ci hanno inviato sono: Qual è stato il personaggio più difficile da doppiare? Quale il più divertente?

Il personaggio più difficile da doppiare, ma anche quello che ho amato di più e di sicuro il più stimolante è stato Romeo in “Romeo+Giulietta”, mentre il più divertente…in quale film è divertente? Muore sempre! Scherzi a parte, mi sono divertito molto a doppiare “Django Unchained”. Già lavorare ad un film di Tarantino è divertente, poi diciamocelo, morto Calvin Candie il film è praticamente finito, è lui il vero protagonista del film!

Chiara: Leonardo DiCaprio, in pratica in tutti gli ultimi film, grida. Quelle scene ve le fanno doppiare per ultime per paura che voi doppiatori rimaniate senza voce?

Le scene in cui si grida le facciamo o a fine giornata o di Venerdì sera, in modo da avere tempo di riposare la voce durante il weekend. Per esempio mi viene in mente la scena in cui Teddy Daniels trova i suoi figli morti nel lago in “Shutter Island”, o la lite tra Frank e April in “Revolutionary Road”.

Cristina: Essendo doppiatore di Leonardo da tanti anni, quale trova sia lo stato d’animo più difficile da riprodurre?

Nessuno, perchè quando sei attore devi essere un attore completo, in grado di riprodurre qualsiasi stato d’animo. Però forse diciamo che la cosa più difficile è la risata, perchè deve essere spontanea e contagiosa. Stessa cosa per il pianto, tecnicamente facile da riprodurre ma difficile da rendere realistico. Molte volte per aiutarsi nel pianto si pensa a situazioni molto dolorose, per esempio la perdita di un familiare. Penso che anche per Leonardo sia lo stesso.

Beatrice: Nella Sua esperienza di doppiatore è la prima volta che ha la possibilità di avere un contatto diretto con i fans di un attore da Lei doppiato?

Sì, questa è la prima volta!

Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti quelli che hanno inviato le loro domande, ne abbiamo ricevute decine e decine! Inoltre, ancora una volta, GRAZIE a Francesco Pezzulli e a tutti gli altri che hanno lasciato che assistessimo al doppiaggio. Vi lasciamo con un piccolo, grande regalo che potrete trovare da oggi in modo permanente nella barra laterale del nostro sito per deliziare le vostre orecchie ogni volta che visiterete LeoDiCaprio.it – Il Fanclub Italiano di Leonardo DiCaprio.

 

8 Replies to “LeoDiCaprio.it in sala di doppiaggio con Francesco Pezzulli”

  1. LavLav ha detto:

    Oh la voce! *—–*
    Comunque complimenti, bel lavoro come sempre! 🙂

  2. Giulia ha detto:

    francesco è un grande…poi ha ragione, nella maggior parte dei film leo muore sempre…comunque dietro al doppiaggio c’è un lavoro immenso….credo che sia un mestiere bellissimo!! *.*

  3. Cristina ha detto:

    Complimenti per l’ottimo articolo, è stato davvero interessante seguire con voi il processo di doppiaggio di un film. Grazie mille a Francesco Pezzulli per aver risposto alla mia domanda, è stato un onore e un piacere aver l’opportunità di poter chiedere qualcosa a questo grandissimo doppiatore che seguo ormai dai anni. Grazie di nuovo!!

  4. WriterSpy ha detto:

    Purtroppo la mia domanda non è stata selezionata, ma quelle a cui Francesco ha risposto sono comunque interessanti, e ancora più meravigliose le risposte. Sì, lo adoro, ha una bellissima voce (non smettero mai di ripeterlo XD), mi da l’impressione di essere una persona simpatica e soprattutto prende molto seriamente il suo lavoro.
    Sinceramente mi aspettavo un’intervista più lunga (come l’ultima, in pratica), ma direi che il tutto è stato compensato dalla descrizione del lavoro che c’è dietro ad ogni film. Già da altre interviste a vari doppiatori avevo capito che non era un lavoro per niente facile, ma non immaginavo niente del genere!
    Be’, che dire, ancora complimenti a voi e a Francesco Pezzulli!

  5. Chiara ha detto:

    Bellissimo articolo!! Spero ce ne saranno altri come questo in futuro.
    E’ divertentissimo, e allo stesso tempo interessante, esplorare i dietro le quinte di un film e quando si seguono serie tv in lingua originale si apprezza ancora di più il lavoro immenso dei doppiatori.
    Grazie davvero a voi di LeoDiCaprio.it per aver scelto la mia domanda e a Francesco Pezzulli per aver risposto 🙂 🙂 🙂

  6. Beatrice ha detto:

    molto bello l’articolo; colgo anche l’occasione per ringraziare Voi per avermi dato la possibilità di inviare delle domande al doppiatore che apprezzo più di chiunque altro, e.. un Grazie INFINITO a Francesco per la sua risposta !!!

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi