Quentin Tarantino è stat recentemente intervistato dalla rivista Playboy in merito al film in uscita “Django Unchained”, qui sotto vi riportiamo la traduzione degli estratti che riguardano Leonardo e il personaggio da lui interpretato, ovvero lo spietato Calvin Candie.

PLAYBOY: Leonardo DiCaprio era stato menzionato inizialmente per il ruolo di Hans Landa assegnato a Christoph Waltz che ha vinto un Academy Award per ”Bastardi senza gloria”. DiCaprio è il tuo nuovo cattivo, adesso.

TARANTINO: Io e Leo non abbiamo mai parlato di ”Bastardi Senza Gloria”. Era curioso per quanto riguardava interpretare il ruolo, ma sapevo di aver bisogno di qualcuno che avesse tutte le competenze linguistiche. Leo sa parlare fluentemente tedesco, ma Landa nel film parla di più in francese che in tedesco. Perciò non ne sarebbe mai stato all’altezza. Ma io e Leo ci siamo sentiti durante questi 15 anni, e a lui piace il mio modo di scrivere e si assicura sempre di ricevere una copia di ogni mia sceneggiatura in modo da capire se ci sia qualcosa che possa interessarlo direttamente. Ed è stato così che Calvin Candie ha catturato la sua attenzioe.

PLAYBOY: Ti ha chiamato?

TARANTINO: Sì.

PLAYBOY: Quando hai creato il personaggio di Candie, avevi già scelto qualcuno a cui assegnare il ruolo?

TARANTINO: Sì, ma non voglio dire chi, semplicemente perché quando ho finito di scrivere la sceneggiatura mi sono reso conto che erano un po’ troppo vecchi di quanto avrei voluto che il personaggio fosse. Ecco uno dei miei problemi. Penso sempre a qualcuno e non tengo mai conto che penso a loro per com’erano 20 anni fa. Leo era più giovane di quello che avevo inizialmente descritto, ma ho letto di nuovo la sceneggiatura e non potevo vedere perché il personaggio non potesse essere più giovane.

PLAYBOY: E’ un cattivo stile Tarantino?

TARANTINO: E’ il primo cattivo che io abbia mai creato che non mi piace. Ho odiato Candie, e io adoro i miei cattivi a prescindere da quanto siano cattivi. Vedo il loro punto di vista, ma l’ho odiato tantissimo. Per la prima volta come scrittore ho maledettamente odiato questo ragazzo.

PLAYBOY: Perché?

TARANTINO: Egli è il padrone dell’istituzione alla schiavitù, e il mio disprezzo va a me che ho scritto questa cosa. Lui è il fondamento di tutto. E da quando ho raggiunto l’idea di una riproduzione sud-americana dell’aristocrazia europea, l’idea di lui come ragazzo-imperatore era forte. Suo padre lavorava il cotone, come il padre di suo padre, e il padre del padre di suo padre. Perciò Candie non deve fare nulla. E’ tutto avviato, e lui può permettersi di avere altri interessi. Infatti, la sua passione non è il cotone. E’ la lotta mandingo.