Come sapete “Gangs of New York”, film del 2002 diretto da Martin Scorsese, candidato a ben dieci premi Oscar ed approdato nelle sale Italiane il 24 Gennaio 2003, è stato girato negli studi di Cinecittà a Roma, ricreando perfettamente la New York del XIX secolo! Vi abbiamo già riportato sul set con la nostra chiacchierata con Walter Fontana che ci ha raccontato l’avventura dei Lost durante le riprese del loro video “Il Cantante”, ma ora vogliamo proporvi una breve guida ai set. Se anche voi volete provare l’emozione di passeggiare attraverso i Five Points, che hanno fatto teatro alle vicende del giovane Amsterdam Vallon, del malvagio Billie Poe e della misteriosa Jenny, proseguite con la lettura.

Circondata dai palazzoni popolari del quartiere Tuscolano, Cinecittà si mostra finalmente al pubblico, anche se decisamente in versione ridotta rispetto a quando veniva chiamata la “Hollywood sul Tevere”, periodo in cui le numerose produzioni americane venivano a lavorare a Roma negli anni 50 e 60. Purtroppo, tutte le grandi scenografie del ventennio d’oro di Cinecittà sono scomparse! Dall’anno della sua creazione (1937), Cinecittà ha visto progressivamente ridurre i propri spazi, anche se tutt’ora conta un’area di ben 40 ettari e vi assicuriamo che dopo averla girata tutta a piedi, le vostre gambe ne risentiranno notevolmente!

Raggiungere Cinecittà è molto semplice perché il cancello d’ingresso e la biglietteria sono proprio in cima alle scale della metropolitana. (Metro A, direzione Anagnina, penultima fermata). Alla biglietteria vi verranno proposte due opzioni:
Opzione 1: visita del parco e della Mostra (10 euro)
Opzione 2: opzione 1 + visita guidata ai set (20 euro)

DUE CONSIGLI:
1. Alcuni biglietti ATAC possono farvi risparmiare 1€ sul prezzo intero del biglietto.
2. Se siete studenti fino ai 25 anni avete diritto a 5 € di sconto.

Ovviamente vi consigliamo di scegliere l’opzione 2 altrimenti non potrete visitare il set di “Gangs of New York”. E’ importante sapere che le visite guidate ai set (in lingua sia italiana che inglese) ci sono solo a precisi orari, ma nell’attesa si possono visitare il parco e la mostra individualmente. Una volta entrati, nel piazzale d’ingresso agli studi cinematografici, vi consigliamo nell’attesa della visita ai set con la guida, di entrare nelle due palazzine, costruite nel periodo fascista, dove sono allestite due mostre.

Nella prima trovate un museo dedicato a Fellini: ovvero una stanza con un mini cinema dove vengono trasmesse le interviste a Fellini, ma all’ingresso troverete una parete con cinque cornici digitali che trasmettono a ripetizione i volti degli attori, attrici, registi, produttori e scenografi che hanno fatto la storia di Cinecittà! Con un po’ di pazienza vedrete comparire anche il nostro Leonardo!

Nel secondo edificio troverete un vero e proprio museo del cinema, composto da cinque piccole stanze: una stanza è dedicata ai costumi dei principali film girati a Cinecittà! Dobbiamo avvisarvi che nonostante sia pubblicizzato, sia nel volantino sia sul sito ufficiale della Mostra, non c’è traccia del costume indossato da Cameron Diaz nel ruolo di Jenny. In compenso potrete trovare un paio di scarponcini usati sul set del film (vedi foto sopra); un’altra stanza riguarda l’oggettistica e abbiamo trovato, fra i tanti oggetti, due teste di drago usate nella scenografia del film di Scorsese. Proseguendo ancora troverete una stanza dedicata al suono con un video di cinque minuti dove vi spiegheranno come vengono riprodotti i suoni in un film; l’ultima stanza è la fedele riproduzione interna di un sottomarino, ma siamo sicuri che sarà la stanza dove viene trasmesso un documentario sulla carriera dello scenografo Dante Ferretti a rimanervi maggiormente impressa! Durante il documentario, comodamente seduti su soffici cuscini, proprio come in un cinema, potrete ascoltare le testimonianze dirette di Fellini, Scorsese e di Leonardo, riguardanti il grande scenografo italiano! In particolare Leonardo racconta la collaborazione di Ferretti con Scorsese per quanto riguarda i film “Gangs of New York” e “Shutter Island”. Cliccate qui per vedere il video!

Ma veniamo ora alla parte più interessante di Cinecittà, ovvero i set! Si parte con un tour a piedi della durata di 45 minuti. Il primo set che visiterete è proprio quello di “Gangs of New York” che è anche il più antico! Come ricorderete, il film è ambientato a Broadway nel diciannovesimo secolo, anche se guardandoci intorno non abbiamo avuto l’impressione di trovarci a New York nell’Ottocento! Purtroppo il set è stato più volte modificato per adattarlo ad altri film. Per esempio nel 2007 è stato utilizzato per girare alcune scene della fiction su Coco Chanel. Fortunatamente è stato riadattato solo nella parte che serviva per le riprese della nuova produzione. Nel 2011 invece è stato nuovamente utilizzato dal regista bolognese Pupi Avati che ha deciso di ricostruire una piccola Bologna in una parte del set. La maggior parte del set di Avati è stato smantellato ancora una volta da una nuova produzione americana che ha girato da poco un film ambientato contemporaneamente a Roma, Parigi e New York! Per questo motivo, camminando attraverso questi palazzoni (in realtà sono solo facciate sostenute da impalcature e costruite in polistirolo e vetroresina) proverete una strana sensazione! Da una parte vi troverete immersi nell’atmosfera di una New York sia antica che moderna, pochi passi dopo vi sembrerà di essere a Bologna e qualche metro più avanti ecco un angolo di Parigi! Inutile dire che nonostante questi continui cambiamenti avvenuti nel tempo, l’emozione di camminare attraverso questo storico set è comunque tanta! Dopo aver attraversato la location della serie tv americana “Rome”, con una spettacolare ricostruzione della Roma di Giulio Cesare, si raggiungono finalmente i Five Points di “Gangs of New York”. Il set ormai è in parte irriconoscibile (vedi foto sotto), sembra quasi abbandonato a se stesso e consigliamo di affrettarvi ad andare a visitarlo visto che presto verrà utilizzato per una nuova produzione! Anche in questo caso però l’emozione non mancherà ricordando le scene del film con sfondo queste scenografie. Ci teniamo a precisare che nessun teatro di posa è previsto nella visita guidata. Passerete solo accanto al mitico teatro 5 di Federico Fellini ma senza nessuna possibilità di vederlo all’interno!

GIUDIZIO FINALE: Cinecittà vale sicuramente una visita per tutti i fan di Leonardo e di “Gangs of New York” e per gli appassionati di cinema in generale, ma senza avere enormi aspettative.