Come ben sapete Leonardo ha trascorso le ultime 48 ore in terra Italiana, precisamente nella meravigliosa città di Venezia. In moltissimi ci avete scritto chiedendo suggerimenti su come scovarlo, per tentare di cogliere al volo quest’occasione più unica che rara. A questo proposito vogliamo pubblicare la testimonianza di una nostra lettrice, che ha provato ad incontrare Leonardo ma ha chiesto di restare anonima.

Invio questa testimonianza per scoraggiare chiunque abbia, in futuro, intenzione di mettersi sulle tracce di Leonardo. Abito a venti minuti di treno da Venezia, ieri dopo aver sentito degli amici paparazzi che stavano seguendo Leo sono partita come un razzo e mi sono appostata dove Leo era atteso… Ebbene: zero. La verità è che non ha nessuna voglia di essere disturbato (purtroppo bisogna dirlo). Come suo solito si è coperto per non farsi fotografare e i paparazzi sono stati confusi da due suoi amici vestiti in modo simile a lui. Inoltre ha saltato alcuni degli appuntamenti prefissati che aveva perchè sapeva che c’erano dei fotografi ad attenderlo; visita le mostre quando sono ancora chiuse o di notte, ha affittato una casa in modo da non essere assaltato nei vari alberghi di lusso dove avrebbe potuto alloggiare, si sposta in taxi quindi se non si ha una barca è ben difficile riuscire a stare al suo passo… insomma, la mia pazzia è stata ripagata con zero Leo e tanta pioggia e freddo, lui non ha per niente voglia di vedere fans o fotografi e quindi, davvero, sconsiglio a chiunque di farsi un viaggio SOLO per lui…poi ognuno è libero di prendere le proprie decisioni, d’altra parte Venezia è sempre bella da visitare, di certo faccio un immenso in bocca al lupo a chi vorrà rischiare comunque, chissà, magari sarete più fortunati!

A tutto questo aggiungiamo che pare che Leonardo sia partito in mattinata dall’aeroporto  Marco Polo di Tessera, quindi non è più in Italia. Ma ora passiamo alle nostre considerazioni. Lo stalking da parte di fan e curiosi è esattamente il motivo per cui Leonardo si copre ed evita di andare in giro come ogni persona normale. Capiamo la voglia dei fan di incontrarlo (credeteci, la capiamo benissimo!) e soprattutto capiamo che avere Leonardo magari a pochi kilometri da casa propria è una tentazione davvero forte a cui è particolarmente difficile resistere. Però, anche in risposta a molti dei commenti apparsi ieri sulla nostra pagina Facebook, ribadiamo un concetto espresso diverse volte: la privacy di Leonardo va rispettata. Il motivo per cui visita le mostre in orari scomodi è che se lo facesse durante la giornata sarebbe assalito da fan e curiosi e, parliamoci chiaro, a volte i fan stessi sanno essere ben più insistenti di fotografi e giornalisti, quindi evitiamo di dire “potrebbe almeno essere carino con i suoi fan”. Durante gli eventi organizzati PER i fan, Leonardo è sempre impeccabile e gentilissimo, vi ricordiamo che due settimane fa a Cannes è stato l’UNICO a firmare autografi noncurante del vento e della pioggia a dirotto. Quindi, almeno noi VERI fan, cerchiamo di essere obiettivi e non alimentare i gossip di cui il web abbonda.

Se siete d’accordo con noi e volete aiutarci nel nostro intento di diffondere “la vera storia”, condividete questo articolo con i vostri amici su Facebook e Twitter!