blue_wapo_ele

Leonardo DiCaprio ha prestato la sua voce per parlare ancora una volta a favore degli elefanti e si è recentemente unito a Jane Goodall e all’International Fund for Animal Welfare (IFAW) per esprimere la propria preoccupazione in merito al commercio dell’avorio.

“Nell’arco del secolo scorso, il numero di elefanti in natura si è dimezzato”, ha spiegato Leonardo. “La loro scomparsa potrebbe avere effetti devastanti sugli ecosistemi e un impatto permanente sulla biodiversità del nostro pianeta”.

Goodall ha aggiunto: “La strage degli elefanti in Africa dovrebbe essere una preoccupazione per il mondo intero. Mi congratulo con gli Stati Uniti per i provvedimenti presi per proteggere le popolazioni di elefanti e ridurre le sofferenze fisiche e psicologiche che questi animali così intelligenti e socievoli sono costretti a subire”.

Goodall, DiCaprio, e altri hanno firmato una lettera indirizzata al Presidente Obama per ricordargli l’impegno preso dalla sua amministrazione per mettere fine al commercio dell’avorio per essere sicuri che l’America non lasci in alcun modo spazio al il commercio illegale di animali. In particolare la lettera fa riferimento all’annuncio della National Strategy for Combatting Wildlife Trafficking, con cui Obama ha promesso di porre fine una volta per tutte alla strage di elefanti. Stando alle analisi dell’IFAW, una mancata applicazione di tale strategia all’interno dei confini Americani potrebbe avere impatti devastanti sul futuro del mercato dell’avorio in Africa.

Secondo l’IFAW, nelle savane e giungle Africane sono rimasti meno di mezzo milione di elefanti e in media ne scompare uno ogni 15 minuti, conducendo piano piano la specie verso l’estinzione.

Per visualizzare la lettera completa, cliccate qui.