I ragazzi di Schmoes hanno pubblicato su YouTube una recensione informale di “Django Unchained” e noi di LeoDiCaprio.it abbiamo pensato di tradurne e ricomporne le parti salienti per avere finalmente una recensione più che mai completa del film, eccola!

Chiaro, è un nuovo film di Tarantino, tutti non vedono l’ora di vederlo. Potrebbe anche essere un film di fantascienza o qualsiasi altro tipo di film, ma se c’è di mezzo Tarantino, io ci sono. Davvero, ho amato questo film, e le ragioni sono molteplici. Tarantino è la star del film e non semplicemente perchè ne è il regista. Già appena il film inizia vedete la sua impronta letteralmente ovunque, dai dialoghi, agli spari, la musica, la violenza, l’ironia e tutto quanto. E’ un viaggio in una storia fantastica in cui si incontrano personaggi completamente diversi tra loro e il ritmo incalzante alterna le scene più disparate. Passa dall’essere quasi un film umoristico in certi punti all’essere davvero serio e profondamente violento, ma il tutto è messo insieme in modo magistrale.

Non solo Tarantino è un ottimo regista, ma sa anche scrivere e riesce a comporre dialoghi  perfetti per gli attori che sceglie, specialmente per quanto riguarda Christoph Waltz! Lui è davvero fantastico in questo film. Interpreta l’uomo che libera Django e lo trasforma in un cacciatore di taglie. Nonostante le peculiarità del personaggio, arrivi ad amarlo, per non parlare di quanto ti affezioni a Django (Jamie Foxx). Ci sono così tanti attori validi in questo film! Prendi Leonardo DiCaprio per esempio, che non interpretava un cattivo dai tempi de “La Maschera di Ferro”! In molte delle scene lo sentiamo urlare, e vedrete quanto è efficiace la sua interpretazione. Tanto cattivo quanto Samuel Jackson…cattivissimo ma veramente, veramente divertente.

Le performance degli attori unite ai dialoghi scritti da Tarantino sono….wow, un matrimonio perfetto! Il film è lungo, sì, ma non annoia mai. Ero un po’ titubante quando ho saputo quali fossero le tracce della colonna sonora, ma vedendo il film ho constatato che il tutto è messo insieme in modo spettacolare. C’è un po’ di hip pop al punto giusto.

L’unico commento leggermente negativo che mi viene da fare è che avrei preferito che al personaggio femminile fosse lasciato un po’ più di spazio. In una scala da 0 a 5, darei 4.5 a “Django Unchained”.