Leonardo DiCaprio è certamente uno degli attori più amati della sua generazione, ma ogni fans ha il suo personalissimo modo di vivere la propria passione. Qualcuno, per esempio, andrà al cinema a vedere i suoi film più di una volta, qualcun altro collezionerà foto e poster, altri apriranno una fanpage su Facebook, e magari qualcuno farà tutte e 3 queste cose. Oggi vogliamo inaugurare una speciale serie di interviste ai fans in cui cercheremo di intraprendere un viaggio nella fanbase di Leonardo per scovare tutti quelle persone che hanno qualcosa di veramente speciale da raccontare. Speriamo che siate entusiasti per l’idea tanto quanto lo siamo noi! Non solo scopriremo curiosità riguardo Leonardo e i suoi film, ma, chissà, qualcuno di voi troverà qualche spunto che lo ispirerà a dedicarsi al suo attore preferito in modo tutto nuovo. Ma basta parlare: mettetevi comodi perché ora Maria Neira ci racconterà qualcosa della sua passione per il film “Titanic” che ha trasformato in un hobby curioso e affascinante. Cliccate sul link qui sotto per leggere l’intervista.

Sei anche tu fan di Leonardo e pensi di vivere la tua passione in modo speciale? Allora scrivici un’e-mail all’indirizzo info@leodicaprio.it, se riterremo valida la tua proposta potresti apparire su LeoDiCaprio.it!

Ciao e benvenuta su LeoDiCaprio.it, siamo lieti di iniziare la nostra serie di interviste ai fans proprio con questa chiacchierata. Allora, parlaci brevemente di te, quanti anni hai e da dove vieni.

Ciao! Mi chiamo Maria Neira, ho 17 anni e vengo dalla città di Siviglia, in Spagna.

Ora veniamo al dunque: dicci qualcosa della tua passione per il Titanic. E’ nata con il film di James Cameron o è sbocciata in circostanze differenti?

Ecco, la mia grande passione per il Titanic è iniziata quando avevo solo 6 anni. Per Natale i miei genitori regalarono a mia cugina la VHS del film di James Cameron, così lo guardammo tutti quanti insieme. Poi al momento di salutarci, mia cugina dimenticò di portare con sé la VHS…ed io approfittai per riguardare il film, che iniziai a guardare da capo ogni singola settimana. Arrivai al punto che la VHS si era consumata e i miei genitori furono costretti a comprarne un’altra per mia cugina. E’ da quel Natale che sono completamente innomarata del Titanic e di Leonardo.

Potrà essere una domanda banale ma…cosa ti ha colpita di più di tutti in questo film?

Sinceramente? Non saprei proprio dirlo, mi piace tutto di quel film! Adoro la storia tra Jack e Rose, la colonna sonora, gli effetti speciali, le inquadrature della nave…tutto! Forse, se proprio dovessi scegliere, direi che una delle cose più emozionanti sta nel fatto che Cameron ci fa davvero vedere la “Nave dei Sogni” in tutta la sua maestosità, in bellezza e grandezza. Mi sento molto fortunata ad avere come mio film preferito quello che è davvero il miglior film nella storia del cinema.

Quello che i lettori qui ancora non sanno è che sei diventata una vera collezionista. Quando, esattamente, hai iniziato a collezionare?

Un anno dopo il famoso Natale, quindi un anno dopo aver visto il film per la prima volta, ho chiesto – ancora una volta, per Natale – ai miei genitori di regalarmi un puzzle del Titanic, ma per loro si rivelò praticamente impossibile trovarne uno, quindi optarono per un modellino del Titanic, e quello su ufficialmente la prima cosa che ricevetti, insieme al CD della colonna sonora, che arrivò poco dopo. A quel tempo avevo circa 7 anni, 8 al massimo. Comunque, non considero quella data l’inizio del mio hobby, il collezionismo. Per anni e anni ho continuato a guardare e riguardare il film, fino a che, quando avevo più o meno 13 anni, mi sono “presa una pausa” e ho smesso di guardarlo per diverso tempo, anche se continuavo – ovviamente – a considerarlo il mio film preferito. Poi un giorno a scuola ci diedero da leggere un testo sul Titanic per compito ed ebbi come la sensazione che quella nave mi stesse chiamando di nuovo. Fu così che tornai più convinta di prima alla mia grande passione e iniziai seriamente a collezionare.

Cosa collezioni? Che tipo di oggetti?

La prima cosa che comprai fu il box da collezionisti del film, seguito da un libro, dei documenti speciali e una riproduzione del Cuore dell’Oceano. Durante questa “prima fase”, fui molto entusiasta per un regalo che mi portarono dei miei amici da un viaggio in Ungheria: una targhetta di metallo raffigurante la nave. Un altro oggetto con una storia curiosa è il libro “Titanic, A Modern Leyend”: lo comprai a Edimburgo durante un mio soggiorno estivo con le mie cugine, lo trovammo ad uno speciale festival navale.

Quest’anno è stato ricco di acquisti speciali per me, specialmente il mese di Aprile: sono andata a Barcellona ad una mostra Spagnola, “TITANIC: The Exhibition”, e ho acquistato delle riproduzioni perfette di oggetti della prima e della seconda classe, una tazza dell’equipaggio, un campanello, un libro, due poster e un giocattolo che – si dice – sia uno dei pochi giocattoli recuperati dalla tragedia. Durante quella serata era in programma anche una cena speciale per festeggiare i 100 anni dall’avvenimento e, anche se non mi è statp possibile partecipare, ho avuto il grandissimo piacere di conoscere personalmente Israel Teran, il più grande collezionista Spagnolo di oggettistica del Titanic. E’ stato davvero un onore per me. Ci terrei anche a dire che questa passione mi ha portato a conoscere un sacco di gente nuova, specialmente tramite i vari social network come Facebook, per esempio c’è gruppo chiamato “TITÁNICOS ESPAÑOLES” che visito spesso.

Ma tornando a parlare della mia collezione, recentemente ho comprato altri 3 libri che ho trovato particolarmente interessanti e ben fatti: “El hombre que pudo salvar el TITANIC” di Emilio Calle, “El último secreto del TITANIC” di Angel Utrillas e “The sinking of the Titan” scritto da Morgan Robertson. Potrei poi fare un lungo elenco di tutte le copie di documenti ufficiali che possiedo, oltre a foto, edizioni speciali del CD della colonna sonora, riproduzioni di oggetti del Titanic come asciugamani e saponette della prima classe, poi riviste, poster della re-release del film, una copia del famoso orologio della scalinata…e la lista continua. Una della cose a cui sono più legata è la spilla – oltre che la card – della “Fundación TITANIC”, una fondazione Spagnola dedicata completamente al Titanic, nello specifico è la stessa che ha organizzato la mostra di cui vi ho parlato poco fa.

Qual è stato l’oggetto più particolare che sei riuscita ad acquistare?

Per ora, l’oggetto più ricercato che sono riuscita ad acquistare è un vero pezzo di carbone che ha “viaggiato” a bordo del Titanic. Sono riuscita a trovarlo dopo molte ricerche e con l’aiuto prezioso di alcune persone esperte che ho conosciuto alla mostra.

C’è un oggetto che ti piacerebbe particolarmente avere ma che per ora non fa parte della tua collezione?

Per ora sono alla ricerca di una replica sia del pettine di Rose, sia del celebre ritratto.

Che cosa significa per te collezionare?

Sicuramente qualcosa di molto, molto speciale. Sono sempre al settimo cielo ogni volta che acquisto qualcosa di nuovo. Sono molto fiera di vedere come la mia collezione cresce piano piano e come anche altre persone mostrino interesse a riguardo. Anche quest’intervista per me significa molto, il mio scopo è che le persone arrivino ad associare il mio nome al Titanic, ho davvero intenzione di diventare un’esperta in materia.

Ora parliamo della tua passione per Leonardo. Anche quella ha avuto inizio con Titanic?

Certamente! Come si può non innamorarsi di Jack Dawson? E’ stato lì che il mio amore per Leo è sbacciato.

Considerando l’intera filmografia di Leonardo, quali film ami maggiormente e quali invece consideri meno degli di nota?

I 5 che preferisco sono: Titanic, La Maschera di Ferro, The Beach, Inception e Romeo+Juliet. Quelli che mi piacciono meno…non so, ma penso non ce ne siano, mi piacciono praticamente tutti!

Avrai certo già sentito parlare dei due film in arrivo questo Natale, “Il Grande Gatsby” e “Django Unchained”. Ti proponiamo la stessa domanda del sondaggio sul nostro sito: quale dei due sei più ansiosa di vedere?

Onestamente? Non mi interessa il film in sé, per me l’importante è che ci sia Leo. Se c’è lui nel film so già che non rimarrò delusa, Leo è una garanzia!

Maria, ti ringraziamo per aver accettato di fare questa chiacchierata con noi e condividere la tua fantastica passione con gli altri fans! Seguite Maria su Twitter, @MariaTITANIC.