Una delle recensioni più complete fino ad ora, scritta da LetterBoxd e tradotta per voi da LeoDiCaprio.it. Godetevela!

Jackie Brown, Reservoir Dogs, Bastardi Senza Gloria, Kill Bill, Pulp Fiction. La filmografia di Quentin Tarantino sembra una sinfonia di vendetta, sangue e risate. La sua nuova opera è Django Unchained. E probabilmente la sua miglior opera.

Se pensavate che la protagonista di Kill Bill fosse una tosta figlia di puttana in cerca di vendetta, aspettate di vedere Django. Un Jamie Foxx così elettrizzante non credo che la gente se lo dimenticherà. Ha fatto un lavoro eccezionale sul classico personaggio stereotipato del tipo “poche chiacchiere e molti fatti”.

C’è così tanto da dire su questo film. Quasi 3 ore, così tanti scenari diversi e personaggi e scene fantastiche e musica e spari e commedia e azione e avventura…non ci si annoia mai. Tre ore! Penso che potrebbe essere paragonato solo a “Il Buono, Il Brutto e il Cattivo”. Quel film ha lo stesso senso dell’avventura e la sua storia è così epica e una sceneggiatura così superiore a tutto ciò che era stato fatto fino a quel momento che mi sembra un paragone più che onesto. Anche se effettivamente “Il Buono, Il Brutto e il Cattivo” non aveva un pezzo di TuPac nella colonna sonora.

Lasciatemelo dire, le performance in questo film sono le migliori della carriera di ognuno degli attori coinvolti. Jamie Foxx, Christoph Waltz e Leo sono roba d’altro mondo. Mai stati più bravi in altri film! Specialmente Leo che è sempre stato molto bravo non l’ho comunque mai messo nella mia lista di star di livello A. Ma in questo film il suo personaggio è leggendario. Ruba la scena in ogni singola sequenza in cui è presente. Quando esplode verso la fine del film lo fa con una potenza tale che tutte le persone in sala hanno sussultato.

Poi l’umorismo è fenomenale. E’ un film da grosse risate. In una scena ho riso per tre minuti di seguito, e io non rido mai al cinema. L’azione è unica. Intenso, letale, brutale. Certi pezzi del film rimarranno nella storia come i più eccitanti. Roba da far esplodere i cervelli, letteralmente.

Ma questo film non vincerà un Oscar. E’ troppo brutale. Talento con le palle, sul serio. L’Academy non saprà che farsene. Penso che la nomination per Leo sia scontata. Quentin sarà nominato, ma qualcuno meno esplosivo e talentuoso vincerà. Ma va bene, i film che hanno ispirato questo film non hanno vinto, quindi è così che va.

Questo film è un capolavoro di prim’ordine. E’ così pieno di intrattenimento che non riesco ad immaginare qualcuno che non possa divertirsi guardandolo. Decisamente il mio film preferito dell’anno, forse degli ultimi anni. Sicuramente fa balzare Tarantino al primo posto della classifica dei miglior registi del momento.