Variety-dedica-la-copertina-alla-coppia-DiCaprio-Iñárritu-per-l-uscita-di-The-Revenant

L’uscita di The Revenant è ormai alle porte. Negli Stati Uniti, in alcuni cinema selezionati, il nuovo acclamato e atteso capolavoro di Alejandro Gonzalez Iñárritu, sarà visibile già dal giorno di Natale. E’ normale quindi che sempre più riviste parlino del film in uscita e, come nel caso del settimanale statunitense Variety, dedichino alla coppia DiCaprio – Iñárritu anche la copertina. (Trovate tutte le foto nella nostra gallery cliccando qui) In questo numero il regista e il protagonista del suo film si raccontano e discutono di quanto sia stato intenso girare questa pellicola. Per esempio viene ricordata la scena in cui Leonardo si è trovato “costretto” a mangiare un vero fegato di bisonte. In realtà era stato preparato dalla produzione un fegato finto in gelatina, ma Leonardo non era convinto del suo aspetto e ha deciso così di mangiarne uno reale, nonostante le perplessità del regista, che però ha poi molto apprezzato la dedizione di Leonardo nel calarsi totalmente nel personaggio. Dalle parole stesse di Leonardo sembra che oltretutto non deve essere stata proprio un’ esperienza piacevole.

La parte negativa è la membrana intorno. E ‘come un pallone. Quando lo mordi ti scoppia in bocca.

Mangiare un fegato vero è stato solo una piccola parte di un lungo lavoro. Per interpretare Hugh Glass infatti, Leonardo ha anche dovuto imparare a sparare con n moschetto, ad accendere un fuoco, a parlare due lingue dei nativi americani (Pawnee e Arikara) e studiare con un medico specializzato in tecniche di guarigione antiche. Non a caso definisce The Revenant il film più difficile della sua carriera. Nell’intervista si parla ovviamente poi anche di quella che è già stata definita la scena cult del film, ovvero l’ attacco dell’orso ai danni di Glass, che verrà poi abbandonato dai compagni perchè creduto morto. Iñárritu benchè ​​riluttante a rivelare tutti i segreti sul dietro le quinte di questa scena, ha così dichiarato al giornale, sorridendo furbescamente:

Era un animale molto ben addestrato. Lasciate che la gente si goda la scena! L’abbiamo girata nell’arco di diversi giorni a Novembre dello scorso anno, sotto una pioggia torrenziale, che ha creato diversi disagi. Oltretutto, di per sè non era una scena facile dato che la lotta tra Leonardo e l’orso  è una vera e propria coreografia, tutta in una sola ripresa, con degli speciali “impianti” creati appositamente per fare esplodere sul volto di DiCaprio il sangue.

In realtà l’orso, come ha ammesso successivamente, è stato ricostruito grazie alla computer grafica, anche se sono state usate diverse controfigure umane per realizzare la lotta insieme a Leonardo. Fatta eccezione per questa scena e poche altre, per gran parte del film Leonardo è immobile e silenzioso, ma la trasformazione in Hugh Glass ha richiesto un sforzo enorme da parte del team dei truccatori, che hanno dovuto usare 47 protesi diverse per coprire di morsi e ferite tutto il suo corpo, compreso il torace e la schiena. Leonardo spesso doveva alzarsi alle 3 del mattino e sottoporsi a  quattro o cinque ore di trucco, per poi girare in sole due ore al giorno per sfruttare la luce solare. E  a proposito di un The Revenant 2? Sarebbero possibilisti ad un sequel? Iñárritu stuzzica Leonardo, dicendo con evidente ironia che lo stanno pianificando, ma il nostro attore preferito ha deciso di rispondere al regista in questo modo:

Sarebbe divertente. La pre-produzione inizia la prossima settimana. 

 

 

Traduzione a cura di LeoDiCaprio.it