Come sapevamo già, Leonardo DiCaprio ha supportato attivamente la campagna del WWF “Wildlife Crime Stop” per aumentare la consapevolezza e mobilitare il sostegno per porre fine al commercio illegale di fauna selvatica. La petizione che ha invitato tutti i suoi fan a firmare ha avuto successo! Di seguito un articolo del WWF che abbiamo tradotto per voi.

Il Primo Ministro Thailandese Yingluck Shinawatra ha promesso di avviare un processo legislativo per proibire il commercio di avorio in Thailandia, cogliendo un’opportunità fondamentale per arginare il traffico globale della fauna selvatica in occasione dell’apertura della Convenzione sul Commercio Internazionale delle Specie di Fauna e Flora (CITES) a Bangkok.

La sua dichiarazione è arrivata dopo una petizione firmata da quasi 1,5 milioni di sostenitori del WWF, di Leonardo DiCaprio e di Avaaz. Il primo ministro Shinawatra ha garantito che la Thailandia avrebbe preso misure per eliminare il commercio di avorio.

“Come prossimo passo in avanti provvederemo alla modifica della legislazione nazionale con l’obiettivo di porre fine al commercio di avorio e per essere in linea con le norme internazionali”, ha detto il primo ministro Shinawatra. “Questo aiuterà a proteggere tutte le forme di elefanti, selvatici e domestici”.

La decisione del primo ministro fa seguito alle numerose proteste da parte di WWF e TRAFFIC ai governi CITES per sanzionare i paesi che alimentano il commercio globale illegale di specie selvatiche. Il bracconaggio è aumentato drasticamente negli ultimi anni, ed è una grave minaccia per le specie simbolo come elefanti, rinoceronti e tigri.

Mettendo fine al commercio di avorio in Thailandia – attualmente il più grande mercato di avorio non regolamentata del mondo – si inizierà un lungo cammino per arginare una crisi globale che sta portando al massacro di decine di migliaia di elefanti ogni anno e alimentando un commercio criminale di animali.